Compilazione di un plasmoide: procedura generale (KDE4 openSUSE 11.1)


Tweet

Quando l’attrazione per un plasmoide è a dir poco fatale, quando non se ne può proprio fare a meno ma sopratutto quando la distribuzione in uso non dispone del pacchetto precompilato una sola via porta alla realizzazione del sogno: la compilazione del sorgente.
In un precedente articolo intitolato "Preparazione del sistema per la compilazione di un plasmoide (KDE4 – openSUSE 11.1)" ci siamo cimentati nell’esposizione della procedura da attuare in fase di  pre-compilazione di un qualsiasi plasmoide. In questo tutorial ci preoccuperemo di prendere in esame la compilazione vera e propria: in pochi passaggi compileremo il codice sorgente di un plasmoide.

Innanzitutto occorre che il sistema sia predisposto per la compilazione con l’installazione dei compilatori e delle librerie appropriate.

Successivamente è necessario prelevare il codice sorgente del plasmoide che intendiamo integrare nel nostro Desktop. Una comunità di riferimento ben nutrita e aggiornata è sicuramente kde-look.org sezione Plasmoids.

Il Widget che ho utilizzato per lo svolgimento di questo articolo risponde al nome di TicTacToe Plasmoid (99329-tictactoe-1.0.tar.bz2) reperibile a questo indirizzo.

METODO CLASSICO (Valido per la maggior parte dei plasmoidi)

Aprire una console, entare nella directory in cui risiede il sorgente ed estrarre l’archivio con il  comando (nel mio caso):

tar -xvf 99329-tictactoe-1.0.tar.bz2

Nella maggior parte dei casi, in seguito all’estrazione, si genererà una directory che a sua volta conterrà i file necessari alla compilazione. Accedere al contenuto della directory entrando al suo interno con il comando cd:

cd tictactoe-1.0

IMPORTANTE: è buona norma prendere visione del contenuto dei files README e INSTALL generalmente contenuti nella directory che include i files del sorgente.

Digitare in serie i seguenti comandi:

cmake -DCMAKE_INSTALL_PREFIX=`kde4-config --prefix`
make
sudo make install

Terminato il processo di compilazione, per aggiungere il plasmoide all’apposito pannello di selezione, occorre impartire il seguente comando:

kbuildsycoca4

Ora,potremo usufruire delle funzionalità del plasmoide aggiungendolo al Desktop cliccaando con il tasto destro in una parte vuota del Desktop –> Aggiungi oggetti….

Tictactoe si presenta così:

METODO ALTERNATIVO – In alcuni casi, la compilazione del plasmoide, richiede la creazione di un’ulteriore directory (build) dalla quale impartire il comando cmake: prendendo come esempio il codice sorgente di un plasmoide imaginario (plasmoide-x.x.tar.gz) la procedura da attuare è la seguente:

Estrarre i files dall’archivio plasmoide-x.x.tar.gz:

tar -xvf plasmoide-x.x

Entrare nella directory generatasi in seguito all’estrazione:

cd plasmoide-x.x

Creare la directory "build":

mkdir build

Entrare all’interno della directory "build":

cd build

Impartire in successione i seguenti comandi:

cmake -DCMAKE_INSTALL_PREFIX=`kde4-config --prefix` ..
make
sudo make install
kbuildsycoca4

Nell’articolo successivo è possibile prendere visione delle operazioni atte a risolvere uno dei problemi che si manifesta con maggior frequenza durante la compilazione di un plasmoide.

 

Articoli Correlati

,

Segnala questo articolo: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
  • Facebook
  • del.icio.us
  • Digg
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • Technorati
  • OKnotizie
  • Google Bookmarks
  • TwitThis
  • Upnews
  • Segnalo