AVG 8.5 per Linux: aggiornato il software anti-malware


AVG Tecnologies ha recentemente rilasciato la nuova release del suo software anti-malware in versione Linux.
Disponibile con licenza Server e Free Workstation, AVG 8.5 permette di sfruttare in tempo reale un sistema di protezione che coinvolge sia le email che i files contenuti in un server, dispone di nuovi filtri per quanto riguarda i virus e migliora le sue performance.
Sebbene il malware sia un problema che riguarda per lo più Windows, il malware di Windows alcune volte può affliggere anche la piattaforma GNU/Linux.
AVG 8.5 per Linux fornisce anche protezione anti-malware centralizzata per workstation Windows-Based le quali potrebbero essere collegate in rete a server Linux-Based

AVG Server Edition per Linux protegge sia dai possibili rischi provenienti dal traffico in entrata/uscita di un client mail che dai files contenuti all’interno di un server. Il software è in grado di offrire un motore di scansione in tempo reale che individua e rimuove virus, worms, spyware, trojans, keyloggers e altri malware in un unico passaggio.

La versione Server è in grado di controllare milioni di email al giorno rendendolo adatto per un gran numero di imprese e ISPs.

Una delle nuove caratteristiche introdfotte su AVG 8.5 per Linux è "RedirFS" (Redirecting FileSystem) che permette di eseguire con maggior velocità la scansione del sistema.

AVG 8.5 per Linux include le seguenti funzioni o caratteristiche:

  • emulazione euristica che faccilita il rilevamento di nuovi malware per lo più sconosciuti;
  • nuovi filtri antivirus (avflt);
  • scansione basata su RedirFS che offre performance nettamente migliorate;
  • insieme ad un procedimento di installazione decisamente semplificato;
  • migliorata la gestione delle risorse del sistema attraverso l’utilizzo della memoria condivisa;
  • migliorata la scalabilità attraverso il supporto per architetture 64-bit, multi-CPU e CPU multi-Core.

AVG 8.5 è stato testato senza riscontrare particolari problemi su Mandrake, Mandriva, Debian, Fedora Core, Ubuntu,SUSE(openSUSE), Red Hat, Red Flag, e distrubuzioni Debian packaging.

E’ possibile effettuare il download di AVG 8.5 versione Linux da questo indirizzo.

 

Articoli correlati:

, , , , , , ,

Segnala questo articolo: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
  • Facebook
  • del.icio.us
  • Digg
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • Technorati
  • OKnotizie
  • Google Bookmarks
  • TwitThis
  • Upnews
  • Segnalo

  • gigigno
    l'interfaccia grafica credo si richiami con avggui, ma non ci giurerei, l'ho levato tempo fa, sostituendolo con avast, che almeno ha il tool di rimozione
  • jackric ha scritto:

    No files or directories specified for scanning.


    Devi specificare la destinazione della scansione.
  • jackric
    non ce l'ha una interfaccia grafica ?
  • jackric
    nel menu non c'è .. però se lo scrivo nella konsole mi esce:

    [email protected]:~> avgscan
    AVG command line Anti-Virus scanner
    Copyright (c) 2009 AVG Technologies CZ

    No files or directories specified for scanning.
    [email protected]:~>
  • Mi sembra che ci sia qualcosa come avgscan se non sbaglio... fammi sapere.
  • jackric
    ho installato il pacchetto rpm pero non riesco a trovarlo nel menu e se scrivo avg nella konsole non va
  • Si un'alternativa sicuramente valida ma fuori dai canoni dettati dalla comodità... AVG ti concede una versione free (limitata) ma, per una piena esperienza devi acquistare il prodotto.
  • ahhhhhhhhhh...io credevo parlassi di linux...pardon.
    cmq se un virus ha infettato una dll si può pure provare a cercarla in rete (la maggior parte dei file dll è reperibile)...
  • @ Maxwell:
    Linux non ne risente.. ma Windows?
  • sicuramente il fattore economico influisce, ma scusa crismon...se per linux sappiamo che non esistono virus, e che un antivirus per linux serve per scansionare eventuali partizioni di win(o exe), se questi trova un file infetto e lo si butta sul cestino il so non ne risente...
  • Bhè non direi..rimuovere un file in linux non sempre significa riottenere lo stesso files con le impostazioni di default. Ragion per cui tale provvedimento potrebbe influire (anche pesantemente) sulla stabilità del sistema.

    La risposta credo che sia più legata a un fattore economico.
  • gigigno
    forse perchè in linux basta buttarli nel cestino?
  • Ricordi bene, la Free Edition permette di individuarli ma non di rimuoverli.
  • gigigno
    se non ricordo male, almeno nella versione free, manca il tool di rimozione, cioè l'antivirus segnala solamente la presenza di infezioni
blog comments powered by Disqus