Centro di Competenza Italiano per l’Open Source: un’iniziativa “no-profit no-loss”


Il Centro di Competenza per Open Source italiano è un’iniziativa stabilita tra l’E.I.I (Engineering Ingegneria Informatica), l’università di Bolzano, l’università del Sannio e quella di Insubria il cui scopo principale è quello di offrire supporto alle scuole, agli ospedali, alle università e a tutti gli enti che stabiliscono di adottare il software libero.

In altre parole, il centro si propone di assistere istituzioni pubbliche insieme a medie e piccole imprese che utilizzino regolarmente programmi open source.

In aggiunta, il centro promuoverà la diffusione dell’open source in Italia, un paese che, rispetto all’Europa, ha iniziato ad abbracciare lentamente soluzioni alternative rispetto a quelle proprietarie.

Il progetto sembra ambizioso e sicuramente garantirà all’Italia la possibilità di mettersi al passo con gli altri paesi dell’Unione Europea, non possiamo dunque che augurare un in bocca al lupo al Centro di Competenza Italiano.

Ulteriori informazioni a riguardo sono disponibili tramite il relativo sito ufficiale.

Articoli correlati:

, ,

Segnala questo articolo: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
  • Facebook
  • del.icio.us
  • Digg
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • Technorati
  • OKnotizie
  • Google Bookmarks
  • TwitThis
  • Upnews
  • Segnalo

  • sannita
    università DEL sannio, non "DI"

    Il sannio è una "regione" non una città... ;)
  • Correct!! Correggo. :)
blog comments powered by Disqus