Da un felice sodalizio nasce “Linaro” per ottimizzare ARM


Dall’incontro al cosiddetto “Computex PC Trade” di alcune aziende produttrici di processori, è nata una bella squadra formata da ARM, Freescale, IBM, Samsung, ST-Ericsson e Texas Instruments, le quali hanno deciso di unirsi per dare vita ad una nuova azienda di software dedicata all’open source e alla creazione di architetture ARM.
Si tratta di un’organizzazione non-profit denominata “Linaro” il cui scopo sarà quello di semplificare il più possibile lo sviluppo dei chip ARM e tenterà di unificare i vertici delle aziende per garantire innovazione alla comunità Linux.

A quanto sembra le aziende hanno deciso di collaborare insieme alla comunità dedita alla realizzazione di progetti open source per accelerare il processo di innovazione e per fornire una ricca esperienza diversificata tra i diversi dispositivi disponibili attualmente.

Linaro lavorerà insieme ad altri validi compagni e spenderà se stessa in moltissimi progetti open source che potranno essere sfruttati da numerose distribuzioni Linux-based, come Android, MeeGo, Ubuntu e WebOS.

L’organizzazione si cimenterà nel rilascio di nuovi tool ottimizati, kernel, software e una vasta varietà di SoCs (System-On-Chip) con una regolarità di circa sei mesi.

Il primo passo è previsto nel mese di novembre, mese in cui è previsto l’esordio di un pacchetto software e di pacchetti di sviluppo che daranno la possibilità di ottimizzare le applicazioni per architetture ARM maggiormente recenti, come per esempio i processori appartententi alla serie Cortex-A.

VIA | The H Open Source Security.

Articoli correlati:

,

Segnala questo articolo: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
  • Facebook
  • del.icio.us
  • Digg
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • Technorati
  • OKnotizie
  • Google Bookmarks
  • TwitThis
  • Upnews
  • Segnalo

blog comments powered by Disqus